Contattaci: +39 0375.91840

Azienda

Rivestimenti superficiali dal 1992

Vacuum Surtec è una società di coating service specializzata in riporti PVD e PACVD, nata nel 1992 come divisione di un gruppo operante dagli anni ’70 con tecnologie di rivestimento tramite termo-spruzzatura (plasma spray). Il gruppo si è poi diversificato nel tempo in diverse tecnologie sempre nei rivestimenti superficiali.

Grazie a 6 impianti di coating e un sistema completo di pretrattamento e preparativa dei pezzi siamo in grado di:

  • accompagnare il cliente nella scelta del trattamento ottimale in funzione della richiesta tecnico-economica;
  • industrializzare l’applicazione, grazie all’automatizzazione completa degli impianti e alla detenzione del loro know-how costruttivo, di controllo e di sviluppo;
  • garantire consegne celeri su programmazione concordata con il cliente;
  • garantire un controllo costante della qualità su tutto il processo produttivo tramite strumentazioni adeguate;
  • rispondere ad ogni tipo di esigenza estetica, tramite la messa punto dei colori;
  • proporci come partner in progetti di ricerca, grazie all’esperienze maturate ed alle collaborazioni pluriennali sviluppate con le università e gli istituti di ricerca.

Nel trascorso abbiamo pubblicato una vasta ricerca sullo studio di applicabilità delle nostre tecnologie ai rivestimenti in biossido di titanio (TiO2), dalla quale è nato il nostro brevetto italiano ed europeo, legato alla funzionalità dei rivestimenti foto-catalitici.

La ricerca, pubblicata da Elsevier:
C. Giolli, F. Borgioli, A. Credi, “Characterization of TiO2 coatings prepared by modified electric arc-physical vapour deposition system”, Surface & Coatings Technology, 2007.
Lo studio è stato inoltre presentato in occasione della “5th International Surface Engineering Congress (ISEC) and Exhibition”, Seattle (USA), 2006.

Il PVD e il PACVD sono trattamenti realizzati al nostro interno, ma gestiamo altri servizi complementari per meglio garantire il risultato finale, quali la nichelatura chimica, la nichelatura elettrolitica, la sabbiatura, trattamenti termici, ecc... Le tipologie di prodotti depositabili sono molte e strettamente legate alle specifiche necessità del componente da rivestire; tra esse è incluso il ricercato DLC (Diamond-Like Carbon).


PROGETTI E BANDI

Titolo misura: POR FESR 2014-2020: Bando “AL VIA” - Agevolazioni Lombarde per la Valorizzazione degli Investimenti Aziendali

Progetto 2021: Sviluppo aziendale per l’implementazione di nuove attrezzature produttive

Il progetto prevede l’acquisto di un nuovo macchinario di deposizione e di un macchinario per il trattamento superficiale tramite pallinatura, la realizzazione di una nuova cabina elettrica con sistema smart di monitoraggio dei singoli consumi per garantire l’alimentazione alle nuove macchine, l’acquisto di nuova attrezzatura e di nuova scaffalatura.

Obiettivi: Progettare un nuovo impianto che permetta la realizzazione di nuovi riporti e che adotti tecnologie di controllo e di gestione da remoto dei cicli produttivi sempre più innovative e la riduzione dei tempi di fermo produttivo

Risultati: L’investimento consentirà un incremento di produzione grazie alla possibilità di poter effettuare processi di maggior complessità, con qualità e costanza di deposizione superiore, offrendo al mercato sempre più competitivo soluzioni innovative.

 

 

Titolo misura: POR FESR 2014-2020: Bando “AL VIA” - Agevolazioni Lombarde per la Valorizzazione degli Investimenti Aziendali

Progetto 2020: sviluppo aziendale e ammodernamento HW e SW di due macchinari

l’azienda ha sviluppato un progetto riguardante un sostanziale ammodernamento di due impianti di deposizione al fine di un adeguamento ai maggiori standard di sicurezza e alle nuove direttive specifiche. Questa riqualificazione si è resa necessaria per aumentare la sicurezza degli operatori e per avere un maggiore controllo automatico negli scambi di dati con il resto del processo produttivo.

Obiettivi: L’ammodernamento introdotto sugli impianti ha dato la possibilità di interfacciare i macchinari al sistema gestionale aziendale, ottenendo un controllo logistico bidirezionale dei dati in chiave Industria 4.0.

Risultati: L’investimento ha consentito un incremento di qualità e tracciabilità del prodotto e la possibilità di poter effettuare processi di maggior complessità, con qualità e costanza di deposizione superiore, offrendo al mercato sempre più competitivo soluzioni innovative.

 

FaLang translation system by Faboba